Orari S. Messe

Domenica e festivi:
8.00 - 9.00 - 10.00 - 11.00 - 12.00 - 17.00 - 19.00

Leggi tutto

 

Bollettino parrocchiale

Domenica 23 settembre 2018

 

Parola vivente - Le letture della domenica

Carissimi fratelli e sorelle,
 non so se qualcuno di voi si sia mai posto una delle domande fondamentali della vita; in realtà tutti, anche se inconsciamente, ce la facciamo, per lo meno negli anni della prima giovinezza quando cominciamo a pensare cosa vogliamo fare da grandi, il che significa una scuola oppure un'altra, alcuni interessi anziché altri, perfino alcune compagnie anziché altre... Alla base di queste decisioni da prendere c'è sotto, magari inespressa, magari non del tutto consapevole, questa domanda: cosa ci sto a fare qui? Qual è il mio posto nella vita?. A questo interrogativo Gesù ha una risposta, una sola, e il Vangelo di oggi (Marco9,30-37) la esprime molto bene: tu (qualsiasi tu di ogni tempo e luogo) sei qui per amare, ma amare significa servire; quindi ognuno di noi è qui per servire, cioè per mettere a disposizione le proprie energie, le proprie capacità, le proprie qualità umane. A disposizione di chi? Di chiunque incontri nella sua vita, del suo prossimo, cioè di chi gli è vicino nel momento in cui gli è vicino, a cominciare dai propri cari fino alla persona incontrata una sola volta nella vita. Sarà quel povero da aiutare (se veramente è povero e veramente ha bisogno del tuo aiuto...), quell'amico da consigliare, ma anche quella persona antipatica che però in quel momento se la passa male e avrebbe bisogno solo (ma quanto importante sarebbe!) di un gesto di conforto da parte tua, di quel vicino di casa che ti sta sullo stomaco e che ti sforzi comunque di salutare anche se non se lo merita...e poi quella moglie o quel marito di cui ormai dai tutto per scontato e non ti accorgi che quel giorno ha bisogno di un gesto di attenzione o di conforto da parte tua, di quel figlio o figlia di cui preferisci sottovalutare i problemi per non avere fastidi...e così via. Vivere in spirito di servizio, vivere mettendosi a disposizione, vivere rinunciando a se stesa strada si erano chiesti chi fosse il più grande. Perché questa è la mentalità comune: cercare i primi posti, fare carriera,  avere tanti soldi, soddisfare tutte le proprie passioni. E ti chiedi: "Ma in fondo, che male c'è?". Non c'è nessun male, anzi c'è del bene, e forse anche tanto. a meno che...a meno che per cercare il primo posto tu non te ne infischi di chi viene dopo di te e ignori chi viene per ultimo; a meno che il tuo progredire nella carriera non ti porti a calpestare gli altri o ad usarli per i tuoi scopi (gettandoli via quando non ti servono più); a meno che i tuoi soldi non siano frutto di disonestà e intrallazzi, e se invece sono soldi onesti non te li tenga tutti per te senza condividerli con chi ha meno; a meno che soddisfare le passioni e fare i tuoi interessi non ti faccia chiudere in un egoismo che ti porti a considerare il tuo prossimo come spazzatura.. In fondo la prima lettura (Sapienza 2,12.17-20) condanna proprio l'atteggiamento di chi pur di salvaguardare i propri privilegi (soldi, potere, carriera) non esita a calpestare il prossimo e ad eliminare la minaccia proveniente da chi con il suo stile di vita giusto onesto disponibile smaschera la sua malafede.Non dimentichiamo che Gesù ci dà l'esempio per primo:conduce la vita degli ultimi, si mette a servizio di quelli che incontra e anziché accaparrare dona, dona tutto ciò che ha cioè se stesso, la sua vita che nella morte e risurrezione diventa vita per tutti. Alla fine del brano evangelico Gesù abbraccia un bambino dicendo che chi accoglie un bambino nel suo nome accoglie lui: siccome i bambini sono esseri più degli altri fragili e deboli, mettersi a servizio del prossimo significa prima di tutto saperne percepire le fragilità e fare ciò che è in nostro potere per renderlo più forte. La seconda lettura (Giacomo 3,6-4,3) insiste ancora su questo aspetto: chi cerca di realizzare solo se stesso si mette inevitabilmente contro gli altri e ne nascono liti, opposizioni, guerre: chi invece vive in spirito di servizio - prendendo Gesù come esempio (è questa la "sapienza che viene dall'alto" di cui parla la lettura) - diventa creatore di amore, di misericordia, di mitezza, di pace, di purezza. Pace e bene a tutti.
Il parroco don Alberto

Ieri alle 16,30 abbiamo celebrato il Battesimo di Giovanni Moschini; oggi nella S. Messa delle ore 11,00 celebriamo il Battesimo di Tiago Bertin. Un augurio alle famiglie.si per andare incontro alle esigenze degli altri. E' il rovesciamento di mentalità che Gesù chiede a tutti, a cominciare dagli apostoli che lungo 

Avvisi Parrocchiali
“Al pozzo del cuore di Dio”: intenzioni raccolte in chiesa, consegnate alle Suore Elisabettine per la preghiera personale e comunitaria; Rosario chiesa di S. Giuseppe (via Vendramini) I sabato del mese ore 9,30.

Pulizie della Basilica: ogni primo mercoledì del mese, ore 8,30. Si è pensato di mantener un giorno fisso al mese per favorire la partecipazione: c'è posto per tutti.

Oggi celebriamo la Giornata del Seminario diocesano; siamo chiamati a pregare per le vocazioni sacerdotali.

La catechesi degli adulti riprenderà lunedì 1 ottobre alle ore 16,00 nella Sala del Capitolo. Tema di quest'anno sarà l'approfondimento dei significati e dei contenuti della S. Messa. il primo "luogo" in cui una Comunità Cristiana si forma e si "nutre" è proprio la Celebrazione Eucaristica, culmine e fonte della vita cristiana, culmine perché ne costituisce il punto più alto, fonte perché è come la sorgente da cui trarre continuamente alimento per una testimonianza vera, viva, efficace. Siamo così in sintonia con gli orientamenti pastorali diocesani di quest'anno, che sono centrati sul volto della Parrocchia come comunità cristiana.

Il catechismo dei ragazzi riprenderà mercoledì 4 ottobre alle ore 17,00 in Basilica con la S. Messa insieme. Al termine le catechiste si ritroveranno in Ufficio Parrocchiale per un breve incontro di programmazione.

L'Azione Cattolica adulti inizierà il suo anno associativo giovedì 4 ottobre, festa di S. Francesco, nella S. Messa delle ore 19,00. Gli incontri proseguiranno ogni martedì alle ore 17,30 nella Sala Parrocchiale.

La festa della Madonna dei Lumini sarà domenica 14 ottobre.

Ringraziamo quanti domenica scorsa hanno contribuito alla raccolta di generi alimentari per le "borse della spesa", insieme ai ragazzi che le hanno preparate e ai volontari della Caritas parrocchiale che ieri li hanno distribuite. Per vari motivi, il gruppo dei volontari della Caritas non è più del tutto sufficiente a garantire il servizio delle Borse della spesa. Chiediamo perciò la disponibilità di qualche persona che desideri dedicarsi a questo tipo di volontariato: per informazioni si prega di rivolgersi direttamente al parroco.

 

 

 

 

 

 

Al pozzo del cuore di Dio

Intenzioni di preghiera che saranno consegnate alle Suore Elisabettine per la preghiera personale e comunitaria.
Rosario nella chiesa di S. Giuseppe (via Vendramini) il primo sabato del mese ore 9,30.

Archivio letture settimanali

Info parrocchia

Parrocchia S. Maria del Carmine
Piazza Petrarca 1
35137 Padova (PD)
Tel. ufficio parrocchiale: 049/87.60.422
Tel. canonica (parroco): 049/87.52.413
E-mail: carminepd@gmail.com

Info scuola materna

Scuola Materna S. Maria del Carmine
Piazza Petrarca 3
35137 Padova (PD)
Tel. 049/87.56.811
E-mail: carminepd.materna@gmail.com

Parrocchie vicine (zona pastorale)